Amatriciana al rifugio! L'anima solidale della gente di montagna

Scritto da Daniele Di Santo, Socio ASD Majella Sporting Team, 10 novembre 2016

S. Angelo è una delle 49 frazioni del Comune di Amatrice e, come il resto del territorio circostante, quella notte del 24 agosto, alle ore 3.36, è stata travolta dall’irruenza e dalla violenza del terremoto. Anche quella è zona di montagna, ai piedi del Pizzo di Sevo, una delle vette più belle dei Monti della Laga. Lì il sisma ha distrutto case, chiese, strade, strutture e vite umane. È riuscito a spezzare anche i rami del monumentale cerro di circa 600 anni, albero “totemico” dell’intera comunità.
Ma quella gente, come noi, è figlia della montagna. E la gente della montagna, lo sappiamo bene, è “coccia tosta”. È quella determinazione, mista a rabbia, che spinge quelle persone che hanno perso tanto, a volte tutto, alla ferma volontà di rimanere e ricominciare.
La loro richiesta di aiuto cammina sulle cime dell’Appennino ed è arrivata fino a noi sulla Majella,  dove la nostra Associazione, che ha sempre fatto della solidarietà uno dei propri pilastri costitutivi, non poteva non rispondere.
Così è nata l’idea di organizzare una giornata al Rifugio Fonte Tarì, per sostenere in qualche modo la gente di montagna colpita dalla tragicità di un evento tanto duro.
Abbiamo girato per le aziende in difficoltà di quel territorio per acquistare le materie prime, per preparare il piatto simbolo della zona: gli spaghetti all’Amatriciana.
Il clima di ottobre non ci ha permesso di svolgere la manifestazione, ma in seguito il 1° novembre ci ha regalato l’opportunità di godere di un sole e di un cielo blu, che ricordavano, più che l’autunno, una gradevole  giornata d’estate.
E così in tanti (quasi 60 persone) sono saliti a Fonte Tarì per partecipare alla giornata e sostenere l’iniziativa. In quanto a noi ci siamo cimentati nella preparazione della famosa Amatriciana, nelle sue versioni: classica (con il pomodoro) e Gricia (in bianco, solo guanciale e pecorino), con discreti risultati, a giudicare dalla soddisfazione di tutti, che non hanno lasciato avanzi!
A fine della piacevolissima giornata trascorsa insieme sono stati complessivamente raccolti 880 Euro. Un piccolo contributo – certo – che però insieme ad altri gesti di solidarietà come questo, potrà aiutare una collettività a ripartire. I fondi sono stati donati ad una associazione locale denominata A.I.P.S. (Associazione Insieme Per S’Angelo – info: http://www.amatriceaips.it) che sta portando avanti progetti per la ricostruzione, edilizia e sociale, delle frazioni del Comune di Amatrice. Grazie a tutti quelli che hanno partecipato e che hanno contribuito ad aiutare la comunità di S. Angelo di Amatrice!

Scarica copia del bonifico verso A.I.P.S. con causale "Donazione pro sisma"

​Raccolta Fondi Pro Fonte Tarì - 2016

Saldo netto a chiusura
€ 1.518,48
​​Rendicontazione

​Rifugio Fonte Tarì
Bandiera Arancione 2015